CHORA

Spazio Espositivo
Arte Contemporanea
Da Platone a Derrida il termine Chora indica una dimensione che si sottrae alle barriere della traduzione e della definizione, un ponte tra la dimensione dell’intellegibile e la corporeità del sensibile, luogo del metaforico e del possibile. Da questa suggestione filosofica deriva il tentativo di ridurre la distanza tra la riflessione estetica e l’arte, con eventi capaci di raccogliere e stimolare energie creative locali e accogliere i riflessi di quelle internazionali, proponendo progetti che forzino le consuete dinamiche espositive, guidati dall’obiettivo principale di promuovere innovazione e bellezza.